Expostories

Pubblicato in In evidenza, Incontri, Iniziative, Polifemo

Expostories


ExpoStories è un progetto di documentazione partecipativa su una città durante un grande evento.
Il progetto nasce dallo studio e analisi di come sta cambiando l’uso e la fruibilità dell’immagine. Di come ogni persona sia un “image-maker”, un produttore/fornitore di immagini attraverso gli innumerevoli dispositivi ora in dotazione (smartphone, tablet, fotocamere indossabili, ecc.) Diventa quindi importante coordinare tutta questa produzione di immagini in una modalità narrativamente e stilisticamente coerente.
Per questo il progetto “ExpoStories” non solo è pensato per scene, che aiutano l’utente a strutturare il racconto, ma fornisce anche delle semplici guide tecniche per dare un’uniformità visiva.

La prima parte del progetto viene realizzata dai 24 fotografi partecipanti al programma di alta formazione professionale organizzato da Linda Ferrari, ideatrice del progetto Photo-Berlin insieme a Stefano De Luigi membro dell’Agenzia Fotografica VII di New York.
Il corso professionale, che si svolge nell’arco di 7 mesi a Milano presso la Fabbrica del Vapore, accompagna i partecipanti nell’intraprendere un percorso formativo sulla trasformazione del lavoro di fotoreporter. Vengono forniti quanti più strumenti possibili per sviluppare un’analisi critica, consapevole e costruttiva per completare o riadattare la propria professionalità sull’onda del nuovo mercato fotografico editoriale.

A termine del Masterclass si svolge, presso la Fabbrica del Vapore, un incontro aperto a tutti per presentare “Expostories” con i video prodotti dai 24 fotografi e per invitare il pubblico milanese nonché tutti i visitatori di Expo a documentare la città usando l’apposita applicazione personalizzata da D-still.

Il progetto “ExpoStories” utilizza l’app D-still, il cui format si basa su microsceneggiature proposte agli utenti per creare video partecipativi. In questo modo “Expostories” può strutturare un racconto, fornendo anche delle semplici guide tecniche per dare un’uniformità visiva.

Calendario del progetto

Sei incontri gratuiti e aperti al pubblico con 6 fotografi di fama internazionale che approfondiranno durante un dibattito con domande e risposte gli aspetti salienti della professione del fotografo.
Questi incontri con il pubblico avranno un valore formativo atto a preparare le condizioni di una partecipazione collettiva al progetto “ExpoStories”, che viene lanciato nell’evento finale del 15 Marzo 2015.

Fase formativa rivolta al pubblico

c/o PolifemoFabbrica del Vapore

  • 11 settembre 2014 ore 18.15: incontro con Antonin Kratochvil. Lo storytelling di un luogo specifico.
  • 13 settembre 2014 ore 18.15: incontro con Tomas Van Houtryve. Riflessioni sul nuovo fotogiornalismo.
  • 11 dicembre 2014 ore 18.15: incontro con Franco Pagetti. Valorizzare un progetto con un’esposizione pubblica.
  • 13 dicembre 2014 ore 18.15: incontro con Chris Morris. Dalla fotografia di conflitto alla fotografia di moda mantenendo lo stesso stile: ciò che rende un professionista, un autore.
  • 12 marzo 2015 ore 18.15: incontro con Jocelyn Bain Hogg. Il libro fotografico, racconto di una realtà circoscritta.
  • 14 marzo 2015 ore 18.15: incontro con Davide Monteleone. La progettualità di un fotogiornalista.

Evento di presentazione

c/o Fabbrica del Vapore

15 marzo 2015 ore 18: evento “ExpoStories – Expose your Story”.
Presentazione della documentazione realizzata dai partecipanti del Masterclass durante i 7 mesi di formazione e lancio ufficiale della “call to action” rivolta ai cittadini di Milano e ai visitatori di Expo 2015 per raccontare la propria visione di Milano durante l’Expo e per la creazione di un grande archivio online di Storie sull’Expo.

Fase partecipativa

Expo2015 (1 maggio – 31 ottobre 2015). Il pubblico di Expo racconta Milano fornendo una visione continua, costante e contemporanea delle attività, eventi e progetti legati a Expo. Le persone diventeranno storyteller grazie al web, avendo imparato, nei mesi precedenti, la grammatica base della “narrazione documentaria”.

I 24 partecipanti al Masterclass sono:

Martina Albertazzi (Italy), Anette Asbjørnrød (Norway), Victor Breiner (Slovakia), Briony Campbell (UK), Debi Cornwall (USA), Rasmus Degnbol (Denmark), Aleid Denier van der Gon (Netherlands), Tomas Halasz (Slovakia), Joshua Irwandi (Indonesia/UK), Meeri Koutaniemi (Finland), Sally Low (UK), Ingun Alette Maehlum (Norway), Susanna Mammi (Italy), Nadège Mazars (Colombia), Carolina Moreira (France), Miisha Nash (UK), Allison Davis O’Keefe (USA), Jessica Pepper-Peterson (Italy), Caterina Ragg (Italy), Emilie Richardson (USA), Orestis Seferoglou (Greece), Filip Springer (Poland), Daniel Uhlmann (France), Richard van Bennekom (Netherlands).

 



 


Centro di produzione culturale giovanile del Comune di Milano: è sede di laboratori che realizzano attività rivolte ai giovani.
Mostre, eventi, iniziative culturali si susseguono tutto l'anno.

The centre, expecially devoted to the youth's cultural production and belonging to the Milan City Council, is house to several associations promoting many activities aimed at young people.

La Fabbrica del Vapore / Milano
Via Procaccini 4 / Via Luigi Nono 7